Elea, il paesaggio, le parole, l’attorno…


Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano
Marina di Camerota

 

Con gli eventi delle Tremiti e di Marina di Camerota dedicati alla Scuola Media e al triennio della Primaria abbiamo provato a strutturare un’offerta formativa che sia protesa ad affrontare alcuni nodi avvertiti tali dagli adolescenti come, per esempio, le lingue straniere e la matematica sino a determinare attraverso modalità ludiche e tutta una serie di strategie divertenti ed entusiasmanti, stimoli e curiosità volte verso questi ambienti formativi che sono direttamente contigui alla narrazione. Per i ragazzi delle medie, dunque, una visita d’Istruzione con i seguenti obiettivi educativi:

– Implementazione delle conoscenze sulla lingua madre attraverso la relazione con scrittori e esperti in attività laboratoriali;

– Stimolo verso le lingue straniere e le materie scientifiche per mezzo di attività in situazione e gare;

– Sensibilizzazione verso lo sport con giochi di gruppo e attività di orienteering.

 

PROGRAMMA
 

Attenzione: il programma è indicativo e descrive le linee di massima le attività. Sarà di volta in volta tarato rispetto al target dei partecipanti per ognuna delle iniziative.

Giorno 1
– 15.00: arrivo al villaggio. Accoglienza e sistemazione.
– 17.30: i docenti saranno nell’Agorà del Villaggio per un incontro con gli esperti e lo Staff Bimed così da condividere la struttura delle attività e la fruizione delle stesse da parte dei partecipanti all’azione.
– 18.00: Musica, corporeità, Natura.
– 19.30: cena.
– 20.30: Champions Bimed Cup e il C’era una Volta Show.  Alla serata parteciperanno anche gli scrittori della Staffetta di Scrittura Bimed 2020/21.

Giorno 2
– 9.00: dopo la colazione hanno inizio le attività. Gli studenti parteciperanno ad una lezione performance condotta dagli scrittori della Staffetta di Scrittura Bimed. Saranno ospiti nelle diverse tappe Giorgio Scaramuzzino, Luigi Dal Cin, Maurizio Spaccazocchi, Marco Bertarini… A conclusione gli studenti prenderanno parte ad un laboratorio con gli esperti Bimed e che riguarderanno una delle otto competenze chiave (teatro, musica, matematica…)
– 13.00: pranzo.
– 15.00 – Bimed Sport Challenge.
– 19.30: cena.
– 20.30: seconda serata della Champions Bimed Cup in cui sarà decretata e premiata la squadra vincitrice della Champions Bimed Cup 2020/2021.

Giorno 3
– 9.00: dopo la colazione hanno inizio le attività. Gli studenti parteciperanno ad una lezione performance condotta dagli scrittori della Staffetta di Scrittura Bimed. Saranno ospiti nelle diverse tappe Giorgio Scaramuzzino, Luigi Dal Cin, Maurizio Spaccazocchi, Marco Bertarini… A conclusione gli studenti prenderanno parte ad un laboratorio con gli esperti Bimed e che riguarderanno una delle otto competenze chiave (teatro, musica, matematica…).
– 13.00: pranzo.
– 15.30: ogni delegazione dovrà progettare e realizzare in spiaggia le sculture di sabbia
– 19.00: cena
– 20.30: lezione performance Benvenuti sulla Luna di e con Andrea Iovino.

Giorno 4
– 9.00: dopo colazione le delegazioni si saluteranno col Singing Open.

ATTIVITÀ
 

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze trasversali dell’esperienza (scuola Primaria)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze trasversali dell’esperienza (scuola Media)

 

Musica, corporeità, natura

Docenti e studenti, insieme, guidati da esperti del movimento “tra corpo e natura” saranno impegnati in un’azione distensiva che avrà come obiettivo quello di dimensionare un’interazione tra corpo, mente e anima attraverso la poesia posta in dialogo con la pelle, i muscoli… i sensi.

 

Champions Bimed Cup

La folla – unita ebrezza – par trabocchi
nel campo. Intorno al vincitore stanno,
al suo collo si gettano i fratelli.
Pochi momenti come questo belli,
a quanti l’odio consuma e l’amore,
è dato, sotto il cielo, di vedere.
(Goal di Umberto Saba)

Le delegazioni presenti si sfideranno in prove musicali, teatrali, di abilità e di cultura generale.

Clicca QUI per maggiori informazioni e per scoprire il regolamento.


Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Primaria – DANZA)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Media – DANZA)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Primaria – CANTO)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Media – CANTO)

C’ era una volta show

La settima fata non poté annunciare il suo dono perché in quel momento, preceduta da un grande bagliore, arrivò una vecchia fata cattiva che non era stata invitata. «E io ti dico che, quando diventerai grande, ti pungerai un dito con un fuso, ti uscirà del sangue e morirai!»
Queste parole fecero tremare di paura tutti gli invitati, perché la vecchia fata era più potente delle altre.
«No!» intervenne la settima fata che non aveva fatto ancora il suo dono. «Tu, principessa, non morirai, ma ti addormenterai per cento anni, finché il figlio del re non romperà l’incantesimo e ti sposerà!»

Le delegazioni dovranno preparare una pièce di al massimo 10 minuti relativa alla fiaba La bella addormentata nel bosco. I ragazzi, mediante un’attività teatrale e un balletto di almeno 2 minuti, dovranno portare in scena questa storia cercando di veicolare il messaggio pedagogico-educativo insito in essa.

Clicca QUI per scoprire i suggerimenti di Bimed per il C’era una volta show.

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Media)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Primaria)

 

Bimed Sport Challenge

Sai qual è la mia parte preferita del gioco?
L’opportunità di giocare.
(Mike Singletary – ex giocatore )

 

In quattro diversi spazi le delegazioni si sfideranno a colpi di gare sportive: dall’orienteering, al calcio a 5, dal rugby alla pallavolo.
Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Media)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Primaria)

 

Sculture di sabbia: La città del futuro

Chissà se la luna a Milano è la stessa che c’è a Bolzano e a Santa Marinella…
O è soltanto … sua sorella?
E il sole di Torino è lo stesso di Pechino o è un sole… cugino?
(Gianni Rodari)


Ogni delegazione dovrà progettare e realizzare in spiaggia una scultura di sabbia dal titolo La città del futuro  alla luce del World Climate Tribù il cui scopo è quello di sensibilizzare tutti nei confronti del mondo che ci circonda. Il tema affrontato vuole far riflettere sulla grave questione ambientale che stiamo attraversando e su quanto si debba fare per invertire la rotta.
L’obiettivo delle sculture è quello di far riflettere sulle priorità degli studenti in relazione al loro attorno, realizzando angoli di città immaginati con edifici e spazi verdi nuovi. Si partirà dal villaggio per realizzare progetti su carta che poi saranno realizzati in spiaggia. Alle classi saranno consegnati materiali di riciclo per completare i lavori: bottiglie di plastica, cartoni, fogli colorati… Una giuria alla fine sceglierà la scultura migliore in base alla coerenza del progetto iniziale, alla bellezza dell’opera e al suo significato.

Singing Open

La musica è come la vita, si può fare in un solo modo, insieme.
(Ezio Bosso)

Questo momento musicale è un evento estemporaneo cantato senza l’accompagnamento di strumenti musicale cui aderiscono tutte le delegazioni presenti.

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Primaria – CANTO)

Scarica la griglia per la valutazione delle competenze dell’esperienza (scuola Media – CANTO)

Benvenuti sulla luna

Or che i sogni e le speranze
si fan veri come fiori,
sulla luna e sulla terra
fate largo ai sognatori!
(Gianni Rodari)

Il racconto della notte dell’allunaggio che diede la possibilità all’uomo di conquistare un pezzo di cielo e di immaginare la conquista dell’Universo… La narrazione, dunque, di un evento che cambiò la vita di tanti ragazzi e tanti bambini che affascinati dalla scienza e dalla grandiosità dell’attorno hanno trovato nei saperi la chiave di volta della vita. Obiettivo della lezione performance è quello di dimostrare che per i ragazzi è importante innanzitutto seguire i propri sogni e considerare l’osservazione un elemento fondamentale per coloro i quali vogliono provare a contribuire per la delineazione identitaria del proprio mondo.

LABORATORI
 

Se un principe diventa un cavolo con Mario Giuffrida

Il laboratorio, partendo da Rodari attraverserà le intuizioni della Zamponi e i suggerimenti della Pitzorno, i voli pindarici di M.Argilli e di A.Valente, attingendo al vasto patrimonio di promozione della lettura e alle pratiche di scrittura creativa, nella convinzione che l’immaginazione abbia il suo posto nell’educazione. Il percorso sarà l’occasione per creare spazi ricchi di stimoli per produrre e sviluppare l’immaginazione attraverso i diversi linguaggi espressivi…

Storie con Fabio Mundadori

Con l’aiuto di slide, attraverso la destrutturazione delle storie e il collegamento tra immaginario del passato e realtà del presente, far comprendere che ognuno di noi può raccontare e come le storie che raccontiamo sono i mattoni con i quali costruiamo la realtà che ci circonda e che ci circonderà.

La narrazione giallo – noir con Gino Marchitelli

Si analizzerà la costruzione del giallo-noir, le scuse narrative, l’impostazione, il delitto, il colpevole, l’investigatore, lo sviluppo del romanzo, le particolarità dell’oggi sociale, le tecniche di indagine, il ruolo della polizia scientifica, lo sviluppo delle varie linee d’indagine e, infine… la soluzione.

Conferenza/spettacolo: Leggere!? Ma per piacere! con Giorgio Scaramuzzino

Obiettivo della conferenza è quello di affrontare una questione importante e spesso sottovalutata: il piacere di leggere. Da Calvino a Pennac sarà tracciato un “itinerario di lettura” capace di spiegare quanto sia fantastico leggere, apprendere nuove cose, scoprire nuovi mondi…

Commedia all’improvviso con Eduardo Ricciardelli

Il laboratorio si sviluppa in tre diverse fasi: training; ovvero tutti quegli esercizi che con il corpo e la voce, possono aiutare il partecipante a conoscere meglio i propri mezzi e a saperli riconoscere ed usare; studio delle maschere rappresentative e utilizzo della maschera e del canovaccio teatrale. Sarà data ai partecipanti la possibilità di confrontarsi con un lavoro di gruppo e individuale, legato al gioco e alla regola del teatro.

Incontro con Andrea Iovino: Quel piccolo pallido punto blue

Nell’universo è presente un piccolo, un più che minuscolo puntino blue. È la terra, siamo noi, un nulla se confrontato con la vastità ancora in espansione di quel primordiale e possente big-bang. Sì, certo, una piccola cosa, ma lì ci siamo noi, con le nostre millenarie azioni e reazioni positive e negative, umane e disumane, evoluzioni e involuzioni che dovrebbero pur sempre fare da lezione a tutti noi e ancor più ai nostri giovani, dal momento che su quel piccolo pallido punto blue dovranno esercitare la loro umana esistenza.

Aesop’s fables con Maurizio Spaccazocchi

Le storie hanno sempre avuto, oltre il piacere ludico dell’intrattenimento, il compito di trasmettere modelli positivi e negativi delle varie forme di esistenza umana. Ripercorrendo alcune favole più importanti di Esopo si cercherà di stimolare i giovani verso un dibattito che possa accendere le loro intuizioni e le loro ragioni per capire il comportamento umano generale e, nello stesso momento, riflettere su se stessi, su ciò che loro ritengono dover essere sbagliato e giusto in rapporto al loro vissuto e alle relazioni di vita che hanno e che avranno con gli altri. L’incontro ha il carattere dell’edutainment: forma di intrattenimento finalizzata sia a educare sia a divertire.

Orienteering

L’orienteering è uno sport che consiste nell’effettuare un percorso predefinito caratterizzato da punti di controllo chiamati “lanterne” (paletto con punzone) con l’aiuto esclusivo di una bussola e di una cartina topografica molto dettagliata a scala ridotta che contiene particolari del luogo da percorrere. Scopo di questa “sfida” è quello di esplorare l’attorno con le sue particolarità floristiche e le curiosità del territorio ospitante.

Aiuto… scriverò sul velluto! con Manuela Piovesan

I partecipanti all’azione, mediante attività creative (come la scrittura a timbri su stoffa), attraverso la manipolazione delle metafore riusciranno a risalire ai loro significati tradizionali. L’obiettivo del laboratorio è quello di alimentare la creazione di nuove storie.

VISITE SUL TERRITORIO
 

Tour in barca dal porto di Camerota a Porto Infreschi con sosta in spiaggia

Le numerose grotte presenti lungo il tratto costiero che va dal porto di Marina di Camerota alla Riserva Naturale Baia degli Infreschi, sono la testimonianza che i primi nuclei familiari trovarono rifugio qui, oltre mezzo milione di anni fa.
Il litorale è noto per tante interessanti grotte, all’incirca 100, alcune delle quali raggiungibili solo via mare e altre, che si aprono a picco sulle scogliere, raggiungibili attraverso sentieri, a volte un po’ impervi. Fra l’una e l’altra vi sono numerose calette nascoste.