Junior

LA STAFFETTA JUNIOR…

Le Junior… Il mondo dei ragazzi che vogliono conquistare il mondo!

Sono la generazione digitale che ritiene di trovare nel web la maggior parte delle risposte. Vita reale e realtà virtuale si mescolano sino al punto che anche per loro stessi (i ragazzi tra i 15 e i 16 anni) non sempre è del tutto semplice distinguere tra ciò che sta avvenendo e ciò che stanno guardando … Sono la generazione che immersa in una narrazione (le serie televisive, i social, youtube, etc.) appagante non può sentirsi particolarmente interessata dai discorsi degli adulti e che, però, ha bisogno in questo che è il tempo del dopo Covid, ancora connotato di Covid, di sentire l’accompagnamento di noi adulti.
Con la Staffetta proviamo ancora di più quest’anno a dichiarare loro la nostra volontà di fare un cammino insieme. Un cammino connotato di rigore, compostezza, impegno e responsabilità che sono, poi, le determinati per la felicità.
Il tema della Staffetta per questo livello d’istruzione è GUERRIERI! Perché possano sentire loro stessi di essere i portatori della forza di cui ha bisogno la nostra quotidianità per qualificare il nostro tempo e lo spazio della vita di ognuno. Storie di uomini comuni che trovano nello svolgimento delle proprie funzioni operative e lavorative il riconoscimento di contesto. Storie di persone che nel loro operare giornaliero danno tutto ciò che possono per determinare il bene di chi hanno di fronte. Lo abbiamo visto nei medici, negli infermieri negli OSS dei nostri ospedali… Entità che si sono sentite protagoniste di un fronte che non ammetteva la sconfitta, entità che non si sono risparmiate minimamente pur di salvare una e più vite.
Con i nostri ragazzi proveremo a strutturare storie, dunque, lontane dal joystick, ma che saranno storie di pienezza. Narrazioni senza fucili e prove di forza, storie in cui non vince la prevaricazione, piuttosto la capacità di scegliere, difendere il bene, non voltare la faccia di fronte a un problema.
E durante l’esercizio di scrittura i nostri ragazzi si impegneranno anche in un compito di realtà: intervistare a scuola un migrante, visitare insieme il reparto di un hospice, restare una sera a servire alla mensa dei poveri, operare da volontario al banco alimentare etc.
Sarà una Staffetta bellissima in cui proveremo a dimostrare ancora una volta come dalla scuola scaturiscano gli input più autorevoli volti a rendere il mondo ancora più bello e straordinario di quello che è.

Andrea Iovino