World Climate Tribù e mostra 2030 rimandate al 2021

World Climate Tribù e la mostra 2030. Si tratta di momenti artistici in cui Bimed crede molto. Dati gli ultimi sviluppi che stanno coinvolgendo il mondo intero, però, abbiamo deciso di rinviare al 2021 questi appuntamenti.

World Climate Tribù

World Climate Tribù ovvero creare un esercito pacifico con 1000 guerrieri per gridare “no!” alle barbarie perpetrate nei confronti delle Terra. L’idea di questo progetto – nata e lanciata a settembre 2019 – è quella di apporre su ogni guerriero (realizzato con materiale biodegradabile) un’opera d’arte. La mostra dopo l’inaugurazione ufficiale sarà portata in 10 piazze di città italiane.
Il vernissage dedicato a questo progetto si terrà l’anno prossimo.
Clicca QUI per saperne di più.
Gli artisti nazionali e internazionali che volessero aderire al progetto possono, comunque, continuare a farlo inviando le opere nel formato richiesto (20/30 cm di base x 40/50 cm) e in tecnica libera alla sede Bimed – Via della Quercia 68 – 84080 Capezzano di Pellezzano (SA). Sulla busta, oltre al mittente, indicare anche: Azione/Mostra World Climate Tribù.

Mostra 2030

In occasione del cinquantenario del prestigioso Giffoni Film Festival si sarebbe dovuta svolgere la mostra 2030 realizzata da Bimed insieme al fotografo Manuel Scrima.
Obiettivo di questo progetto è quello di mettere al centro la persona (in greco Prosopon vuol dire, appunto, persona) e, in particolare, i ragazzi. Quelli che sono i loro sogni, le loro attese, le loro speranze… Perché sono loro il futuro del mondo. Scopo dell’iniziativa è anche quello di scattare 2030 foto per dare ancor più importanza a quel numero e a quella data: 2030. Quella di un futuro lontano ma che, in realtà, è vicinissimo a noi.
La mostra si terrà a luglio 2021.
Clicca QUI per saperne di più.

Prospettive future

Questo momento buio passerà. E quando sarà passato riprenderemo in mano più forti e determinati di prima i nostri progetti, i nostri sogni e tutto ciò che di bello abbiamo immaginato e continuiamo a immaginare per Bimed e per la sua straordinaria comunità. Tutto andrà bene .