Il Memory della Staffetta: le attività connesse

Le attività del Memory possono essere proposte anche alle famiglie come è accaduto a Genova nel nido Cantaegua e nella Scuola dell’Infanzia Mimosa.

Le testimonianze della mamma e dell’educatrice evidenziano l’entusiasmo che riesce a contagiare anche gli adulti in queste circostanze!

Per curiosare su tutte le attività che si possono collegare al Memory clicca qui e scarica l’epub I quasi silent book.

Una mamma che ha preso parte alle attività nella Scuola dell’Infanzia “Mimosa” (GE)

 

 

Una educatrice che ha preso parte alle attività del Nido “Cantegua” (GE)

 

Le attività di cui parlano la mamma e l’educatrice nell’intervista, si riferiscono al laboratorio “Il ponte che vorrei”, inerente il crollo del Ponte Morandi, in cui i bimbi si sono interrogati su come vorrebbero ricostruirlo.
Correlato al gioco del memory, proposto a squadre miste di grandi e piccini, c’era infatti proprio questa attività laboratoriale.
Il Nido Cantaegua aveva proposto come attività un laboratorio di materiali.
Sulla sagoma di un ponte, quindi, si incollava a volontà, con materiali diversi, per far emergere il ponte che i bambini avrebbero voluto.

Le foto testimoniano la loro incredibile fantasia dimostrando, come sempre, che bisogna ripartire proprio dai bambini.

Laboratorio “Il Ponte che vorrei”