Bimed – Come associarsi

L’Associazione

  • Perché associarsi a Bimed?

Associarsi a Bimed significa acquisire un pluriennale know-how in grado di determinare sviluppo e qualificazione sociale. Bimed è impegnata in una serie di relazioni istituzionali in tutta Italia, dalla Val d’Aosta alla Sicilia.

Gli Enti associati quotidianamente ricevono comunicazioni dalla cabina di regia di Bimed per quel che attiene alle attività ed ai progetti, mentre gli amministratori hanno diritto (per l’Ente) ad un Ufficio Stampa che opera senza oneri di spesa per gli associati, nonché ad un’iniziativa organica di coaching per il Sindaco, la Giunta ed i Componenti del Consiglio e, più in generale, l’Amministrazione.

  • Quali Istituzioni possono associarsi a Bimed?

Possono aderire come soci all’Associazione, nella persona dei legali rappresentanti:

– Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane;

– Scuole pubbliche e private;

– Enti pubblici territoriali, Enti diversi, Parchi, Consorzi, Università, Istituti pubblici.

  • Come associarsi a Bimed?

Per associarsi, è sufficiente inoltrare al Presidente del CdA Bimed l’istanza di adesione all’Ente. La domanda deve esprimere condivisione delle finalità che l’Associazione si propone e l’impegno di approvare e osservare lo statuto ed i regolamenti.

Il Consiglio, una volta deliberato il positivo accoglimento dell’istanza, inserisce nel proprio elenco degli associati l’Ente richiedente che a qual punto ha diritto a tutte le attività che vengono ricevute in totale gratuità. L’Ente interessato, per l’adesione a Bimed, deve assumere una giusta delibera che richiami espressamente lo Statuto dell’Associazione.

[ Fac-simile delibera adesione Scuole ]

Gli Enti associati hanno quale unico onere di spesa la quota associativa annuale, che è indicata nell’apposito schema che segue.


TABELLA PREDISPOSTA DAL CONSIGLIO DIRETTIVO BIMED PER LA RICHIESTA AI SOCI DELLA QUOTA ANNUALE

PROVINCE EURO 2582,00
COMUNITÀ MONTANE EURO 2065,83
COMUNI FINO A 1000 ABITANTI EURO 516,46
COMUNI DA 1001 A 1500 ABITANTI EURO 619,75
COMUNI DA 1501 A 3000 ABITANTI EURO 826,33
COMUNI DA 3001 A 5000 ABITANTI EURO 1084,56
COMUNI DA 5001 A 7500 ABITANTI EURO 1342,79
COMUNI DA 7501 A 10000 ABITANTI EURO 1549,37
COMUNI OLTRE 10000 ABITANTI EURO 2065,83

A tal proposito, è opportuno rappresentare che l’ente per regolamento sin dal 2001 ha l’obbligo annuale del pareggio di bilancio su cui vigilano gli organi revisori e di cui è responsabile in solido il Direttore.

>> Per l’acquisizione di documenti, verbali, attestazioni ed altro basta trasmettere istanza a mezzo mail all’indirizzo bimed@pec.it.


COMUNICATO PER I SOCI

Mediazione tributaria: la nuova procedura dal 1 gennaio
ANCHE PER I COMUNI

Video Gallery

Il blog della Staffetta

Inviaci una foto della tua classe, un brano, qualcosa scritto da te usando #staffetta

#staffetta

Corso gratuito di Educazione finanziaria

Clicca e scarica l'informativa